Transmed clinic Dott.ssa Melike Külahçı: Il trapianto di capelli prima e dopo – step e dettagli importanti

L’articolo è stato gentilmente offerto dalla Transmed clinic della Dott.ssa Melike Külahçı.

IL TRAPIANTO DI CAPELLI PRIMA E DOPO – STEP E DETTAGLI IMPORTANTI

Quando si decide di sottoporsi ad un trapianto di capelli affidandosi a mani esperte, si è sempre in cerca di risultati concreti e affidabili.

Se i capelli cominciano a mostrare i primi segni di diradamento, potrebbe essere il momento giusto per tenere in considerazione un trapianto di capelli futuro. Generalmente, a prescindere dallo stadio della calvizie che si è raggiunto, è perfettamente normale avere tante domande e dubbi a riguardo.

A tal proposito, ricordate che per ottenere informazioni sul processo di trapianto è bene sempre rivolgersi a specialisti qualificati.

Normalmente le domande più frequenti da parte dei pazienti riguardano la dolorosità dell’intervento e l’andamento del decorso post-operatorio: infatti, tra gli effetti collaterali post-operatori potranno esserci  croste, prurito e arrossamento ecc.

In questo articolo, discuteremo il processo di guarigione post-trapianto e condivideremo tutti i dettagli da conoscere sul tema.

QUAL È LO SCOPO PRINCIPALE DI UN TRAPIANTO DI CAPELLI?

Sì, forse guardando l’immagine in basso viene da chiedersi: che domanda è questa? Ma, purtroppo, questa domanda mette in luce un punto molto importante di questo settore: spesso le cliniche effettuano interventi di chirurgia della calvizie in maniera cieca e poco attenta, in alcuni casi con risultati disastrosi.

Chiaramente, un’operazione di trapianto dovrebbe mirare all’ottenimento di un aspetto dei capelli esteticamente naturale e duraturo.

Si consideri che, dopo essersi sottoposti ad una chirurgia di trapianto dei capelli ben riuscita, sarà possibile ottenere un risultato permanente, riportando i capelli quanto più possibile all’aspetto originario.

Le persone che desiderano sottoporsi a un trapianto di capelli possono ritrovare il loro aspetto naturale solo e grazie a medici altamente specializzati che operano con tecnologie all’avanguardia. In caso contrario, il risultato potrebbe essere deludente.

 

 

L’ITER CORRETTO PER LO SVOLGIMENTO DI UN TRAPIANTO DI CAPELLI

Una corretta operazione di trapianto di capelli dovrebbe essere eseguita in un ambiente completamente attrezzato e sterile, gestita un chirurgo specializzato e un’equipe medica altamente formata ed esperta.

Oltretutto, bisogna attenersi alle direttive approvate dal Ministero della Salute ed eseguire l’operazione microchirurgica in anestesia locale.

L’iter generale da seguire nel trapianto di capelli è il seguente:

  • L’analisi del cuoio capelluto e dei capelli viene eseguita dal personale medico specializzato
  • A seconda della situazione, i pazienti che devono sottoporsi ad un trapianto di capelli potrebbero dover effettuare alcuni esami del sangue specifici e/o dosaggi ormonali
  • Il giorno del trapianto di capelli, il paziente viene sottoposto alle analisi preventive necessarie
  • I capelli del paziente vengono rasati a zero o, se lo si desidera, può essere effettuato un innesto a capelli lunghi
  • Il paziente viene trasferito in una stanza sterile completamente attrezzata
  • L’anestesia locale viene effettuata sull’area d’estrazione dei follicoli piliferi
  • La quantità di follicoli piliferi pianificata viene estratta dall’area donatrice
  • Gli innesti raccolti con il metodo FUE dall’area donatrice vengono posti in una speciale soluzione e preparati per il trapianto
  • I capelli vengono innestati nella zona ricevente, uno ad uno
  • I bulbi vengono innestati nei canali aperti, delicatamente
  • In assenza di complicanze, il paziente viene dimesso dopo un massimo di 6-8 ore

 

POST- TRAPIANTO E PROCESSO DI GUARIGIONE

Una volta affidati a mani esperte, giunge il momento di vedere il recupero e la rigenerazione dei nostri capelli.

Nel processo di guarigione post-trapianto, possono insorgere i seguenti sintomi:

  • Nella prima settimana dell’intervento, potrebbe esserci un leggero rossore nella zona oggetto di trapianto. Se dovesse esserci gonfiore, scomparirà entro 2 giorni, e, sebbene il dolore non sia frequente, può essere avvertito leggermente per i primi giorni. Inoltre, nei giorni seguenti potrebbe essere necessario utilizzare farmaci e lozioni specifiche, da concordare direttamente con il medico curante.
  • Ci saranno le croste? Sì, ma non preoccupatevi. La formazione di croste post-operatorie è considerata parte della guarigione e, generalmente, scompare in via definitiva verso il 10 ° giorno.
  • Se avete la pelle sensibile, anche le eruzioni cutanee scompariranno durante la seconda settimana.
  • Arrivati alla terza settimana, alcuni dei capelli trapiantati potrebbero cadere. Anche in questo caso non c’è da preoccuparsi, potrebbe essere perfettamente normale e non significherebbe nulla di negativo.
  • Infine, possiamo dire che i risultati desiderati si raggiungono in circa 6-9 mesi e che, per la zona del vertice, si necessita di circa 1 anno.

Se vi siete rivolti ad un Istituto o clinica ben attrezzati e approvati dal Ministero della Salute, certificati da società internazionali e con le condizioni igieniche necessarie, questi saranno in grado di fornirvi un opuscolo o una documentazione completa sul processo di recupero. Queste informazioni saranno sufficienti per completare quasi perfettamente il processo di recupero dopo l’intervento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento