Stick and Place – Vantaggi e Svantaggi della tecnica

La stick and place è una tecnica utilizzata per il posizionamento di qualsiasi tipo di unità follicolare estratta via strip o FUE. L’uso di strumenti come il Choi ed il Lion implanter hanno reso questa tecnica molto più comune.

L’intervento di trapianto di capelli ha inizio solitamente con una fase in cui le unità follicolari sono estratte dall’area donatrice (zona occipitale dello scalo, zona laterale dello scalpo, barba e corpo). Queste unità follicolari sono successivamente trapiantate in un’altra zona dello scalpo innestandole in piccole incisioni chiamate “siti riceventi”.

Questa è la fase in cui si evidenzia la differenza tra la tecnica stick and place e quella tradizionale.

Un chirurgo che non utilizza la tecnica stick and place, realizzerà tutte o parte delle incisioni in area ricevente e solo successivamente le unità follicolari saranno posizionate una ad una nei siti riceventi.

Quando si utilizza invece la tecnica stick and place il chirurgo realizza la singola incisione ed immediatamente dopo innesta l’unità follicolare nel sito ricevente creato. Il chirurgo procederà in questo modo fino al termine dell’intervento.

 

Quali sono dunque i vantaggi della tecnica stick and place?

La pelle dello scalpo è molto elastica, questo è dovuto alla presenza dell’elastina.

L’elastina è una proteina costituente il tessuto connettivo che è elastica e permette a molti tessuti dell’organismo di tornare alla loro forma originaria dopo essere stati sottoposti a forze di stiramento o di contrazione. L’elastina è un costituente fondamentale della pelle, conferendole la caratteristica risposta elastica quando il tessuto è sottoposto a tensioni meccaniche.

Le incisioni in area ricevente cominciano a contrarsi quasi subito dopo essere state fatte. Il chirurgo che non utilizza la tecnica stick and place compensa questa contrazione realizzando un’incisione leggermente più larga rispetto all’unità follicolare da innestare. Il sito ricevente sarà in questo modo della dimensione corretta quando il chirurgo o le assistenti saranno pronti ad innestare l’unità follicolare dato che sarà passato del tempo tra la fase di realizzazione delle incisioni e quella di innesto.

Quando si utilizza la tecnica stick and place invece l’incisione in area ricevente non ha quasi tempo di contrarsi dato che l’innesto è posizionato immediatamente dopo nel sito ricevente creato. Questo permette al chirurgo di realizzare un’incisione in area ricevente più piccola del normale. Creare dei siti riceventi di dimensioni ridotte permette di ottenere alcuni vantaggi:

  • Vi è meno sanguinamento il che riduce le probabilità di infezioni e di complicazioni vascolari come la necrosi
  • Le ridotte dimensioni delle incisioni permettono di innestare le unità follicolari più vicine tra di loro ottenendo quindi una maggiore densità.
  • Siti riceventi di dimensioni ridotte creano meno danno alla pelle dello scalpo il che permette di minimizzare il tessuto cicatriziale derivante dall’incisione. Questo beneficio si perde se il chirurgo per errore realizza un’incisione troppo profonda.

 

La tecnica stick and place presenta ovviamente degli svantaggi.

Alcuni chirurghi sostengono che l’utilizzo di questa tecnica riduca od elimini completamente la possibilità per il chirurgo di replicare accuratamente l’angolo e la direzione d’uscita dei capelli circostanti (indigeni o trapiantati), questo ovviamente andrebbe a scapito della naturalezza del trapianto che si ottiene con il tradizionale procedimento chirurgico che prevede in un primo step la realizzazione di tutti o quasi i siti riceventi e in un secondo step l’innesto delle unità follicolari nei siti riceventi precedentemente creati.

Un altro fattore negativo è senza dubbio legato al fatto che in alcune cliniche, soprattutto quelle che realizzano solo interventi FUE, la delicata fase di realizzazione dell’incisione e del successivo innesto con stick place viene affidata ad assistenti inesperte. L’esito finale dell’intervento è quindi completamente in mano alle assistenti e non al chirurgo che si limita a supervisionare.

Personalmente sono dell’idea che la fase di incisione ed innesto, quando in una clinica si utilizza la tecnica stick and place, debba essere effettuata dal chirurgo, dato che sono necessari anni di esperienza per poter eseguire correttamente e quasi in simultanea le due fasi chirurgiche, evitando errori grossolani in termini di direzione dell’innesto che potrebbero comportare un risultato finale innaturale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento