L’importanza dell’haircare routine

Per avere capelli più forti, sani e belli dovremmo imparare a prendercene cura con la stessa attenzione che molti dedicano, per esempio, alla pelle del viso. Non è una banalità: spesso, infatti, si tende a sottovalutare l’importanza del cuoio capelluto, che è invece fondamentale per la crescita dei capelli, e che per questo deve essere considerato con particolare attenzione quando si tratta dello step della detersione nella routine dedicata all’haircare.

I nostri alleati: microbiota e film idrolipidico

Proprio come avviene per la pelle, infatti, anche sulla superficie del cuoio capelluto sono presenti dei microorganismi, patogeni e non, che compongono il microbiota. Tra cuoio capelluto e microbiota si instaura una relazione simbiotica, vantaggiosa per entrambe le parti: il microbiota può proliferare grazie al cuoio capelluto, ma in cambio ne mantiene l’idratazione, proteggendolo dai germi patogeni.

Un altro elemento importante per la salute del cuoio capelluto è il film idrolipidico, una miscela di acqua e lipidi prodotta a livello cutaneo che ricopre la superficie della pelle e dei capelli, proteggendola e mantenendone l’omeostasi. Insieme, microbiota e film idrolipidico prevengono l’instaurarsi di condizioni patologiche, come la forfora, o situazioni di disconfort quali prurito, desquamazione e caduta dei capelli.

Come scegliere lo shampoo giusto

Per mantenere l’equilibrio tra microbiota e film idrolipidico, così prezioso per la salute dei nostri capelli, è fondamentale una detersione delicata, soprattutto in caso di esigenze specifiche del cuoio capelluto. Meglio quindi prediligere uno shampoo o un trattamento detergente ben tollerabile e sicuro da utilizzare, in grado di rispettare il film idrolipidico, il pH cutaneo, il microbiota residente e la fisiologia della struttura capillare.

Senza dimenticarci del lato più piacevole: uno shampoo deve essere anche gradevole da utilizzare, avere un buon profumo, la giusta consistenza ed essere facile da risciacquare.

Le formulazioni degli shampoo prevedono un equilibrio tra tensioattivi, che determinano il potere detergente del prodotto, e da altri attivi che si prendono cura della capacità protettiva della fibra.

Un trattamento delicato predilige tensioattivi anionici poco aggressivi, in particolare gli idrolizzati proteici, che agiscono proteggendo la fibra, e quelli non ionici, ottenuti dagli zuccheri. Probiotici e prebiotici, invece, rappresentano una delle ultime novità tra gli attivi indicati per la cura del cuoio capelluto: si possono individuare nelle formulazioni come derivati zuccherini o ingredienti derivati dal Lactobacillus. In caso di un cuoio capelluto tendenzialmente grasso possono essere utili gli attivi in grado di riequilibrare la secrezione sebacea, ripristinando l’equilibrio della cute. Importanti sono anche gli attivi antiossidanti, che proteggono le cellule del cuoio capelluto e del bulbo pilifero dallo stress ossidativo, contribuendo quindi a mantenere un ambiente sano e favorevole per la crescita di capelli sani e forti.

La filosofia Phyto

Già 50 anni fa Patrick Alès, il fondatore di Phyto affermava, come un vero precursore dei tempi, che “non esistono bei capelli senza un cuoio capelluto sano”. Phyto infatti ha da sempre considerato il cuoio capelluto la partenza per favorire la crescita e preservare la salute dei capelli, offrendo una vasta scelta di shampoo per una detersione delicata, ad uso frequente e per tutti i tipi di capelli, da utilizzare da soli o in associazione a shampoo specifici o di bellezza, in base alle esigenze.

In alternanza a shampoo fortificanti, consigliati da utilizzare come complemento ai rituali anti-caduta che agiscono principalmente sulla fibra, come Phytonovathrix, si consiglia di abbinare shampoo in grado di garantire un’adeguata detersione del cuoio capelluto e dunque favorire l’instaurarsi di un ambiente favorevole alla crescita di capelli sani e forti.

A questo proposito, Phytoprogenium shampoo a base di prebiotici rappresenta il trattamento Phyto indicato per uso frequente che, oltre a garantire una detersione delicata, preservi l’integrità della flora cutanea a livello del cuoio capelluto.

Allo scopo poi di eliminare le impurità che soffocano il cuoio capelluto e che spesso sono causa di caduta dei capelli, Phytodetox shampoo, a base di olio essenziale di eucalipto tonificante e di estrazione di bardana detossificante, è l’alternativa da utilizzare 1 volta a settimana, in abbinamento alla maschera pre-shampoo della stessa linea, per tonificare e detergere in profondità il cuoio capelluto.